Federico Porri - Creative Director & Multimedia Designer ©2020

Visual Identity

"Il design deve essere funzionale e la funzionalità deve essere tradotta in estetica visiva senza fare affidamento su qualcosa che debba essere spiegato."

- Ferdinand Porsche -

Mission

Costruire una Visual non significa semplicemente disegnare un marchio o logotipo che sia distintivo e di impatto, bensì progettare il carattere e la modalità di interazione che una brand adotta nei confronti del mondo esterno, in ogni punto di contatto. Una visione che incarni le ambizioni e i valori cui il brand si ispira, in una semplice promessa che possa essere coerentemente espressa nell’offerta, nei comportamenti e nella rappresentazione del brand. Sintetizzare le ambizioni e i valori dell’azienda, sviluppando brand knowledge (conoscenza di marca), e che possa rappresentare il fondamentale passo per essere riconosciuti dall’utente a livello visivo.

Visual Identity

Gli elementi visuali della marca come colore, logo, font e stilemi devono racchiudere e convogliare all’esterno le connotazioni simboliche del brand. È compito della Visual Identity dar loro forma fisica e farli emergere dalla brand experience offerta al proprio pubblico. Un intervento sulla Visual Identity è necessario per fare in modo che l’immagine esterna rispecchi i valori e l’identità del brand.

Creazione Visual Identity

L’ottimizzazione di questi aspetti passa necessariamente per un’analisi strutturata del proprio pubblico, del proprio settore e dei competitor:

  • Analisi del pubblico: quali valori sono fondamentali per la valutazione del brand da acquistare, colori e forme maggiormente impattanti, necessità di user experience legate al prodotto o al servizio in vendita.
  • Analisi del settore: elementi simbolici e spazi metaforici maggiormente utilizzati, colori e font rappresentativi, formati grafici ricorrenti negli spazi espositivi.
  • Analisi dei competitor: brand awareness e posizionamento di marca, valori veicolati, loghi, colori, font, stilemi utilizzati e relative modalità di presentazione.

Grazie ai dati raccolti, sarà possibile individuare il giusto posizionamento visuale per attirare l’attenzione degli acquirenti ed emergere sui propri concorrenti. Come far risaltare il proprio posizionamento visuale? Ottimizzando i principali fattori che caratterizzano l’aspetto estetico di una marca.

I quattro elementi che arrivano istantaneamente all’occhio dei possibili acquirenti sono:

LOGO
Il logo può derivare da una combinazione dei propri colori, font e stile, può evolvere assieme all’identità dell’azienda, ma per ottenere il massimo risultato deve veicolare i valori e i simboli caratteristici della marca.

COLORE
La palette colori è un fattore molto sottovalutato, tuttavia la sua importanza è inequivocabile in ogni comunicazione visuale: secondo una ricerca della Winnipeg University, la decisione d’acquisto è influenzata fra il 62 e il 92% dal colore di prodotti e brand. La palette colori deve rispecchiare il carattere del brand, i suoi valori, le emozioni che vuole suscitare nei clienti, ma anche il valore economico dell’offerta. Se si tratta di un prodotto del settore lusso: nero, oro e argento acquisiscono un’importanza superiore agli occhi del cliente, che li utilizza per identificare un prodotto più o meno prezioso.

STILEMI
Segni grafici che contraddistinguono il brand. A livello di visual identity sono utilizzati per richiamare aspetti del logo e colori aziendali su sito web, brochure e comunicazioni visuali. Impiegati storicamente per connotare l’opera di un pittore, un architetto o un periodo stilistico. Oggi hanno una funzione di guida per l’utente, fondamentali per la creazione di strutture grafiche complesse e per l’immagine coordinata.

CARATTERE TIPOGRAFICO
Il carattere tipografico, differenziato principalmente per elaborazione, peso ed altezza, contraddistingue la comunicazione scritta di un brand e la percezione di tratti caratteriali associati, come ad esempio la serietà, l’anzianità, la velocità, ecc.

Tutti i fattori appena visti influenzano il comportamento dei consumatori: li attraggono, stimolano associazioni mentali, espongono messaggi, identità, suggeriscono emozioni, aiutano la memoria, creano desiderio e condizionano le azioni delle persone agendo sul terreno dell’inconscio. L’ottimizzazione di questi aspetti contribuirà a raggiungere gli obiettivi aziendali di differenziazione dai competitor e di rinforzo della propria Visual Brand Consistency. Con visual brand consistency si intende l’impatto visuale della marca, la sua consistenza e la sua capacità di catturare l’attenzione dei consumatori, trattenerli e comunicare in modo chiaro valori, simboli e promesse.

Per maggiori informazioni

riguardanti i servizi di Visual Identity