Federico Porri - Creative Director & Multimedia Designer ©2020

Comunicazione

"La comunicazione non è quello che diciamo, bensì quello che arriva agli altri"

- Thorsten Havener -

Mission

Strutturare un progetto di immagine e comunicazione concepito e creato ad hoc su misura per il mio cliente, in cui egli si identifichi. Lavorare a stretto contatto, rappresentando per lui un punto di riferimento ed un partner strategico di fiducia, accompagnandolo e seguendolo costantemente step by step nell’operatività durante tutto il processo di crescita, fino al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Comunicazione

Partiamo dicendo che uno dei metodi più validi per promuovere il proprio brand è una comunicazione efficace. Molti clienti mi chiedono: “cosa si intende per "comunicazione? In pratica, in cosa consiste questa comunicazione e questo "piano comunicativo" di cui mi parli?” Tecnicamente la risposta corretta è: “realizzare un piano di comunicazione significa promuovere azienda, prodotti e servizi attraverso l’utilizzo coordinato di diverse metodologie, strategie di marketing e di immagine. Lo scopo di queste azioni è di inviare messaggi chiari ed omogenei ai propri clienti e/o potenziali clienti. Sfruttando simultaneamente e sinergicamente tutti gli strumenti mediatici a disposizione di una certa audience, è possibile catturarne l'intera attenzione con un coinvolgimento totale verso il messaggio.” La comunicazione, per me, rappresenta molto di più. Non esiste comunicazione senza autenticità, creatività, seduzione, integrità, coerenza. E già nominare questi cinque pilastri spiega che metà di quel che senti quotidianamente è fuori dai canoni della buona comunicazione.Ma la comunicazione è anche curiosità, schiettezza, intelligenza, sensibilità. Comunicazione non è una voce sopra le altre, non è una pausa silenziosa. È scambio, confronto, capacità di aumentare il numero delle scelte possibili. La comunicazione allarga gli orizzonti. La comunicazione è divenuto un bene di consumo vero e proprio. Prodotti, attività, aziende e servizi se non supportati da un valido e solido piano di comunicazione e correlata strategia comunicativa, hanno realisticamente scarsissima speranza di avere successo nel proprio mercato di riferimento.

L'importanza della Comunicazione

Mediante un progetto di comunicazione potrai raggiungere il tuo pubblico con un messaggio univoco, sfruttando le caratteristiche di ciascun mezzo e strumento di comunicazione, adattando perfettamente il messaggio alle caratteristiche di ognuno di essi. L'importanza della comunicazione oggi è arrivata ad essere il fulcro del rapporto con i tuoi clienti, in particolar modo influisce in modo evidente e considerevole sulla fiducia che questi ultimi riporranno nei tuoi confronti. Avere una comunicazione efficiente nel lungo periodo porta molti benefici a livello di awareness e di notorietà del brand. Lo scopo è di creare, nei tuoi clienti esistenti e/o potenziali nuovi clienti, un senso di attaccamento e lealtà verso la tua azienda, i tuoi servizi, i tuoi prodotti, fidelizzandoli.

Sviluppare la Comunicazione

Per sviluppare una comunicazione capace di portare risultati concreti occorre innanzitutto essere consapevoli della propria situazione di partenza, avere chiari target e obiettivi di comunicazione. Devi sapere dove vuoi arrivare e quali obiettivi vuoi raggiungere, ma senza bruciare le tappe. Per definizione, gli strumenti selezionati devono essere coordinati tra loro, ovvero strutturati per perseguire e raggiungere i medesimi scopi, sebbene sfruttando le peculiarità di ciascun medium. Inoltre, altro aspetto fondamentale, è la creazione di un messaggio allineato e coerente, chiaro e preciso, che rispecchi i tuoi valori ed il tuo percorso, che pur adattando lo stile ed il tono alle caratteristiche del mezzo, sappia esprimere un concetto univoco che possa far presa sul destinatario attraverso più modalità. Insomma, un messaggio che possa arrivare al cliente corretto, nel momento opportuno e nel modo e forma più idonea, adatta ed incisiva. La comunicazione, quindi, deve essere perfettamente studiata e targettizzata: saper comunicare e a chi. Un concetto solido, ben definito, con alle spalle uno studio del target di riferimento, dei suoi interessi e del tono comunicativo, in grado di offrire ai clienti informazioni per loro interessanti e utili. Una comunicazione flessibile, che si adatti all’interlocutore e lo esorti all’azione che desideriamo. Per ottenere questo, quindi, è importante che essa sia customizzata, “calda”, umana: deve essere coerente con gli interessi dell’utente ed esaustiva nelle informazioni che fornisce. Solo così creerà interazione. Capire quali temi influenzano maggiormente i tuoi clienti e in quali “piazze virtuali” possiamo trovarli con relativa facilità. Solo a questo punto parla di te, della tua azienda e dei tuoi prodotti, ma utilizzando una chiave ben precisa: mostra quello che sai fare meglio dei tuoi competitor, immedesimati nel tuo utente e chiediti “perché sceglierei me?” . Perché un utente dovrebbe scegliere i tuoi prodotti, se non è a conoscenza delle loro caratteristiche e vantaggi? I punti di vendita esclusivi devono essere comunicati bene agli interlocutori finali integrando efficacemente diversi strumenti di promozione del brand.

Comunicazione a 360°

La tua azienda deve comunicare bene con i clienti potenziali, ma anche con i clienti esistenti. Interagire con essi in modo efficace non solo rafforza il rapporto, ma offre anche un vantaggio rispetto ai tuoi concorrenti. Naturalmente, la comunicazione, per essere integrata, deve saper coordinare non solo le azioni rivolte all’esterno, ma anche e soprattutto quelle all’interno: un’azienda che non comunica correttamente con i propri dipendenti e collaboratori difficilmente potrà trasmettere esternamente un messaggio univoco efficace. E' necessaria una strategia di comunicazione efficace ed efficiente, inserita anche all'interno del proprio piano di comunicazione aziendale.

Comunicazione: Vietato sbagliare

Come già detto, uno dei metodi più efficaci per promuovere il proprio brand è proprio l’adozione di un piano comunicativo efficace. Solidità aziendale, validità dei prodotti e/o dei servizi offerti sul proprio mercato di riferimento, senza una comunicazione efficace restano nella maggior parte dei casi semplicemente potenzialità inespresse. Spesso e volentieri le aziende comprendono l'importanza della comunicazione aziendale, ma si affacciano a questo mondo in modalità "fai da te", peccando di presunzione, o affidandosi a collaboratori, nella migliore delle ipotesi, con scarse competenze e conseguente incapacità operativa. Tutto questo, come facilmente immaginabile, si traduce quasi nella totalità dei casi, nel non raggiungimento degli obiettivi prefissati. Una comunicazione impersonale, composta da un elenco creato per farsi belli agli occhi degli altri, fatta di aggettivi e sostantivi esageratamente pomposi. Una strategia costruita in maniera fredda, impersonale e poco coinvolgente finisce per ottenere il risultato opposto. Se ti approcci al cliente per la prima volta, non lo colpirà sapere quanto sei bravo, ma gli interesserà sapere se hai la soluzione giusta al sua problema! L’errore più grande che con il tuo brand puoi compiere all'interno di un progetto di comunicazione integrata, infatti, è “tradire” la fiducia dei tuoi clienti o creare in loro false aspettative. L’incertezza di un messaggio, una comunicazione errata, non percepita positivamente dal cliente o la mancanza di chiarezza, sono tra le cause principali di fallimento di una strategia comunicativa, qualunque essa sia. Impersonalità, termine importante. La comunicazione non è un abito standard a taglie con diverse varianti di colori, adattabile quindi a più persone, ma bensì deve essere un abito unico, concepito, costruito e confezionato sartorialmente passo dopo passo, su misura per te. Una cattiva gestione della comunicazione può danneggiare irreversibilmente il brand.

Investire nella comunicazione

Abbiamo parlato in modo esaustivo dell’importanza della comunicazione e il perchè investirci è fondamentale. Ovviamente non esiste un budget definito e investire un adeguato budget nella promozione della propria azienda è il miglior modo per vederla crescere nel proprio mercato di riferimento. Ogni progetto è un progetto a sè, l’investimento varia da progetto a progetto in base alle tue disponibilità, alla tua situazione di partenza, e, soprattutto, agli obiettivi che intendi raggiungere. Definire un budget (piccolo o grande che sia non importa) da investire è però fondamentale per stilare un dettagliato e preciso piano di comunicazione. Fatta questa premessa, vorrei portare alla tua attenzione quali sono i potenziali effetti di un NON investimento nella comunicazione del tuo brand. Questo perchè spesso le aziende, quando i tempi si fanno duri e la parola d’ordine diventa “tagliare”, ritengono che le attività di comunicazione siano tra le prime spese da essere gettate, indistintamente, nel calderone di quelle superflue e quindi da eliminare senza, a parer loro, ripercussioni. Cerchiamo, allora, di capire perché la rinuncia alle attività di comunicazione non sia affatto “indolore” per l’azienda.

COMUNICARE PER ESISTERE
Non comunicare significa tacere e, tacere, nel mondo globalizzato e interconnesso di oggi, equivale a non esistere. Un’adeguata attività di comunicazione quindi è imprescindibile, non solo per farsi conoscere, ma per non scomparire. Internet ed i nuovi media offrono un supporto ideale per far sentire la propria voce al di là di ogni possibile confine.

L'IMMAGINE FA PARTE DEL CAPITALE AZIENDALE
L’immagine che un’azienda ottiene, attraverso adeguate operazioni di comunicazione, ne rappresenta l’identità agli occhi del mondo. Va da sé che questo è un capitale vero e proprio che necessita di cura e sviluppo costanti. Nessun imprenditore accantonerebbe un’apparecchiatura costosa senza utilizzarla né garantirne un’adeguata manutenzione, perché farlo con la propria immagine?

LA COMUNICAZIONE NON E' UNA SPESA MA UN INVESTIMENTO
Bisogna pensare alla comunicazione aziendale non come ad un accessorio del quale si può anche fare a meno, ma un mezzo, uno strumento di vendita vero e proprio, con il quale l’azienda può ottenere profitto; occorre, quindi, stanziare un budget per le attività di comunicazione – studiato sulle effettive necessità e possibilità economiche dell’azienda – esattamente come lo si stanzia per rinnovare ad es. i propri macchinari, acquistare materiali di lavoro o aumentare le competenze del personale.

COMUNICARE PER MANTENERE LA PROPRIA CREDIBILITA' E REPUTAZIONE
Nessuno assumerebbe un candidato che si presenta ad un colloquio di lavoro con abiti logori o un aspetto trasandato, esattamente come nessuno si affiderebbe ad un’azienda con un’immagine pubblica inesistente o peggio ancora scadente, datata e obsoleta. Questo è vero sempre, ma lo diventa ancora di più in tempo di crisi.

COMUNICARE SIGNIFICA CRESCERE
Soprattutto in periodi critici come quello che stiamo attraversando, si può sopravvivere solamente a patto di continuare a crescere e la comunicazione è sempre una crescita: di identità, di contatti, di relazioni, di esperienze, di fatturato.

SFRUTTARE IL MOMENTO DI CRISI
La concorrenza ha tagliato il budget previsto per la comunicazione quindi, chi investe in un momento di recessione, può avere maggiore visibilità allo stesso prezzo dei periodi di maggiore crescita.

I VANTAGGI ECONOMICI DEI NUOVI MEDIA
I nuovi media offrono la possibilità di applicare la propria strategia di comunicazione con prezzi inferiori rispetto a molte forme di comunicazione tradizionale, permettendo inoltre di raggiungere un pubblico decisamente più vasto con un rapporto costi/benefici favorevole. Inoltre, i risultati di ogni azione di comunicazione messa in atto attraverso i nuovi media sono facilmente tracciabili e si può constatare come queste attività, se ben congegnate, portano un profitto di gran lunga maggiore rispetto alla spesa sostenuta.

CONOSCERE IL PROPRIO CONSUMATORE
I nuovi media consentono un rapporto con il target bidirezionale: l’azienda può farsi conoscere, presentando i propri prodotti e peculiarità, e al tempo stesso può – attraverso appositi meccanismi di interazione – conoscere il suo potenziale bacino di clienti ed ottenerne preziose informazioni di feedback.

La mia Comunicazione 2.0

E’ innegabile, come tutte le cose, anche la comunicazione, con il passare del tempo e con l’evoluzione del mondo digitale, risulta radicalmente cambiata. Quello che però spesso riscontro professionalmente interfacciandomi con altri professionisti, è che, seppur si sia tutti coscienti e concordi in questa mutazione, il metodo comunicativo applicato per molti è rimasto invariato e legato a degli standard passati ormai evidentemente obsoleti e che non hanno più alcun appeal nel consumatore. Nella visione del marketing è ancora comune l’uso di termini quali “target”, “aggredire il mercato”, “occupare il territorio”, un gergo quasi militare che vede il cliente/consumatore come unico interlocutore dell’impresa e che lo paragona ad un bersaglio da colpire. Il cliente è cambiato, gli strumenti a sua disposizione si sono evoluti e questo ha permesso al cliente di evolversi con essi. Il cliente è informato e, qualora non lo fosse, ha a disposizione ed è in grado di utilizzare gli strumenti per poter sopperire a questo deficit. Non c’è più spazio per una visione “di conquista”. La mia visione di comunicazione è differente, mi piace definire il mio modello di comunicazione 2.0 “moderno”. La mia comunicazione prevede la costruzione ed il mantenimento di relazioni che consentano ad entrambi – azienda e cliente – di raggiungere i propri obiettivi nella reciproca fiducia e rispetto. Partnership con il cliente, al posto della conquista, costruzione di relazioni con il cliente, al posto della vendita aggressiva. Entrambi i metodi relazionali sono / sono stati efficaci e portano / hanno portato al risultato, con la sola differenza che i primi lo fanno attualmente mentre i secondi lo hanno fatto in passato, quando il cliente era considerato semplicemente un “obiettivo”. Oggi, più di ieri, ogni azienda deve aver maturato la capacità di comunicare umanamente. Ogni azienda infatti deve gestire i rapporti, mantenere viva la fiducia con i propri interlocutori attraverso molteplici strategie che possono essere indirizzate sia all’interno, per diffondere la cultura di impresa, sia all’esterno, con lo scopo di generare quelle relazioni con i propri clienti che le permetteranno di crescere nel mercato di riferimento. Non irrompe più nella realtà del target ed il suo obiettivo è quello di costruire una relazione con il pubblico o meglio persone di riferimento per fornir loro solo quello di cui hanno realmente bisogno al momento giusto, selezionando il giusto media mix, impiegando, logicamente, il giusto tone of voice. Il marketing digitale è fatto di conoscenza, di dialogo, di scambio con i propri potenziali clienti per creare relazioni che generino valore, sviluppino un rapporto di fiducia con i clienti, li ingaggino. Solo considerando i tuoi clienti come persone e non come numeri e nutrendoli costantemente in modo umano ed emozionale, con contenuti utili in quel preciso momento, riconosceranno l’identità del tuo marchio e “si innamoreranno di esso”.

Per maggiori informazioni

riguardanti i servizi di Comunicazione